Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

campo coni“Condividiamo il grido d’allarme del presidente del Coni Calabria, Mimmo Praticò, sulla situazione dello sport a Reggio e in tutta la regione. Il problema del campo scuola di atletica leggera della città dello Stretto, ancorché in via di risoluzione, è esemplificativo delle difficoltà e dell’incapacità di programmazione che purtroppo, nel corso dei decenni, ha finito per diventare cronica in questo territorio”. Lo afferma Tito Cogliandro, componente della giunta regionale del Coni Calabria, che auspica “una celere riapertura dell’ex campo scuola per evitare di danneggiare e compromettere ulteriormente l’attività agonistica dell’atletica, così come quella amatoriale di tanti cittadini”.  “Questa vicenda – prosegue Cogliandro – si colloca nel contesto di una dilagante indifferenza e di una scarsa attenzione sul fronte delle infrastrutture adibite ad accogliere atleti e società, con grave danno per i numerosi talenti di cui disponiamo ma anche per la più generale e fondamentale attività di base. Lo sport rappresenta alle nostre latitudini una ricchezza sulla quale investire in termini di politiche giovanili, sociali e infrastrutturali. Avvertiamo dei nuovi fermenti ma episodi come questo nuovo stallo rischiano di dissipare energie e frantumare progetti di cui invece la città di Reggio e la Calabria hanno vitale bisogno. Auspichiamo – conclude Tito Cogliandro - una rapida risoluzione della vicenda dell’ex Coni ma anche e soprattutto una rinnovata attenzione verso l’impiantistica, affinché parta così una promozione concreta e non meramente propagandistica dello sport e della risorsa preziosa che esso rappresenta”.