Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

 

I Giochi del Mare, le ‘olimpiadi’ degli sport estivi che si svolgeranno  a Reggio Calabria tra il 4 e il 9 giugno prossimo, organizzati in stretta collaborazione con la Regione Calabria, si arricchiscono con iniziative di alto livello. Il 7 giugno, infatti, approderà in riva allo stretto ‘Sport modello di vita’, il progetto sostenuto dall’Agenzia nazionale per i giovani e promosso da sei Federazioni sportive nazionali: hockey, badminton, canoa e kayak, ginnastica, judo, lotta, karate e arti marziali e pallavolo.

logo giochi del mare“Ci rivolgiamo ai ragazzi tra i 10 e i 18 anni – ha spiegato Fabio Pagliara, segretario generale della Fih – ai quali proponiamo momenti di attività sportiva pura, accompagnati da diversi campioni olimpici. In occasione dei Giochi del Mare realizzeremo un villaggio dove poter fare sport e approfondirne i diversi aspetti: dagli stili di vita ai benefici che una vita sana porta con sé”. Gli fa eco Giovanni Malagò, appena eletto alla presidenza del Coni: “Questo è un progetto perfetto per far comprendere l’importanza dell’attività sportiva. E’ il giorno del lutto, oggi, se ne è andata una delle bandiere dello sport italiano. Pietro Mennea avrebbe voluto esserci, avrebbe pienamente condiviso lo spirito dell’iniziativa”.

La Federazione italiana Badminton, capofila di diverse Federazioni nazionali nell’organizzazione dei Giochi del Mare, ha organizzato insieme alla Regione Calabria una serie di iniziative di grande rilievo: “Lo stretto sarà lo scenario ideale per realizzare il nostro evento – spiega il Presidente Alberto Miglietta – e la risposta che la città di Reggio sta dando alle nostre sollecitazioni è straordinaria. Cerchiamo, anche attraverso ‘Sport modello di vita’ e il Comitato regionale del Coni,  di dare un segnale forte rivolto ai giovani e siamo convinti che alla fine raccoglieremo applausi”.