Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ha avuto luogo presso la Sala Conferenze del Palazzo della Provincia di Reggio Calabria la premiazione delle Stelle al Merito Sportivo 2012. La cerimonia, organizzata dal Comitato Provinciale Coni di Reggio Calabria alla presenza di illustri ospiti, è stata anche l'occasione per ringraziare il Presidente Filocamo, per quanto fatto in questi anni alla guida del Comitato, che a fine anno concluderà la sua attività dirigenziale. Erano presenti alla manifestazione autorevoli personalità tra le quali spiccava il commissario prefettizio del Comune di Reggio Calabria Vincenzo Panico, oltre al presidente del Coni Calabria Mimmo Praticò e al coordinatore didattico-scientifico della Scuola Regionale dello Sport, Mimmo Albino.

Albino Bongiovanni Filocamo Panico PraticòA fare gli onori di casa, il presidente Filocamo e il vicepresidente vicario del Comitato, Giovanni Bongiovanni. Nella sua introduzione, Filocamo, visibilmente commosso per quella che è stata la sua ultima premiazione come presidente del Comitato Provinciale, ha affermato: "Come molti di voi sanno il 31 dicembre 2012 i comitati provinciali Coni cesseranno la loro attività, a causa della crisi finanziaria che sta attraversando il Paese. Finisce così un periodo storico molto importante per lo sport italiano. In questa occasione scorrono nella mia mente tantissimi ricordi, e mi rendo conto che dal 1996, data della mia prima presidenza, ad oggi, la situazione dello sport reggino è profondamente cambiata, grazie al raggiungimento di importanti traguardi sia sul piano dei risultati conseguiti nelle diverse discipline, che in settori come quello dell'impiantistica". "Prima di lasciare – ha proseguito Filocamo - sento il bisogno di ringraziare tutti per la quotidiana e preziosa collaborazione data in questi lunghi anni. È per me un onore – ha concluso - premiare alcuni dirigenti che hanno permesso la diffusione capillare dello sport, rivestendo un ruolo fondamentale per la nostra comunità". Successivamente è stata la volta del presidente del Coni Calabria Mimmo Praticò, che ha voluto subito ringraziare il presidente del comitato provinciale per quanto fatto in questi 16 anni, consegnandogli anche un riconoscimento speciale. "Giovanni Filocamo – ha spiegato Praticò - per me non è stato solo un presidente provinciale, ma è sempre stato un grande amico, un compagno fedele in tante battaglie a favore dello sport reggino e calabrese. Non posso esimermi dal ringraziare Sua Eccellenza il Prefetto Vincenzo Panico, che onora lo sport reggino con la sua presenza, in un periodo per lui durissimo e pieno di lavoro". "Oggi – ha aggiunto Praticò - siamo qui per consegnare quella che è la massima onorificenza che l'Ente Coni riconosce ai suoi "figli". Quanti ricevono la Stella al Merito Sportivo dovranno continuare ad essere una guida per tutti i giovani che praticano sport. Voi – ha proseguito il presidente del CONI calabrese – siete le colonne portanti su cui poggia il nostro mondo, che ha bisogno della vostra conoscenza e della vostra esperienza al servizio di tutti, a cominciare dai ragazzi. Il vostro prezioso e luminoso esempio ci indica quelli che sono i valori fondanti dello sport come scuola di vita; per il futuro del Comitato Olimpico, è necessario che venga sempre più riconosciuto il ruolo positivo che giornalmente lo sport svolge nella società civile. I dirigenti sportivi devono prendere contezza della loro forza e ottenere il riconoscimento dei loro diritti senza pietire elemosine e senza dare ascolto a sirene che promettono chimere che per definizione sono irrealizzabili. Ho dedicato gran parte della mia vita allo sport calabrese – ha concluso Praticò - e ritengo necessario che gli venga riconosciuto il ruolo di agenzia formativa, soprattutto in un periodo storico come questo". Anche il commissario prefettizio Vincenzo Panico ha voluto porgere un saluto ai presenti. "Il richiamo dello sport – ha sostenuto Panico - è irresistibile anche per me. Esso è da sempre portatore di straordinari valori formativi, non solo per chi lo pratica, ma anche per chi lo fa praticare. Per questo ritengo che coloro che ricevono oggi le Stelle al Merito Sportivo, debbano essere considerate persone speciali". "Devo rivelarvi – ha concluso Panico - che fin dai primi momenti della mia gestione ho avuto il supporto del presidente del Coni Calabria Mimmo Praticò, che mi ha da subito offerto il suo sostegno per tutte le questioni inerenti ai temi sportivi, e non posso che ringraziarlo per questo". Una solenne ma sobria cerimonia ha poi caratterizzato la consegna delle Stelle al Merito Sportivo, un'onorificenza che esalta il lavoro compiuto con passione, generosità e disinteresse da chi ha operato negli anni a favore dello sport reggino.