Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Alla presenza del presidente del Coni Regionale Mimmo Praticò e dell'assessore Walter Curatola viene svelata la nuova compagine reggina

Si è svolta nella splendida cornice del Salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio, la presentazione ufficiale dell'A.S.D. Heliantide Rugby Reggio Calabria, squadra che parteciperà alla serie B (girone 4) del campionato nazionale di Rugby. La nuova società, naturale evoluzione di quel San Giorgio Rugby che conquistò la promozione in serie B nel maggio 2011, punta in alto, con la convinzione di disporre dei mezzi necessari per fare il salto di qualità e ridare al rugby reggino il ruolo di primo piano che merita. Erano presenti alla conferenza il presidente del Coni Calabria Mimmo Praticò, l'assessore allo sport, spettacolo e al patrimonio edilizio Walter Curatola, e lo staff societario al completo dell'A.S.D. Heliantide Rugby Reggio Calabria, con il presidente Giancarlo Liberati, il vicepresidente Vittorio Porcino, Maurizio La Piana, Segratario Generale ed il Direttore Sportivo Carlo Fiumanò. Ha aperto l'incontro il presidente Liberati che ha ringraziato i presenti per aver risposto numerosi all'invito. "Sono consapevole – ha detto Liberati – che in questo momento storico gli enti pubblici non possono  più finanziare le società sportive, ma chiedo alla società civile ed alle aziende presenti sul territorio di supportarci nel nostro cammino, perché solo con l'aiuto di tutti sarà possibile raggiungere i traguardi sperati". "Il rugby – prosegue Liberati – è un attività sportiva portatrice di valori positivi, che permette ai ragazzi una crescita fisica e morale, infondendo  in loro la cultura del lavoro e del sacrificio, virtù che saranno loro utili per tutta la vita". Successivamente è stata la volta del Presidente del Coni Calabria Mimmo Praticò, che ha ringraziato  il presidente dell'A.S.D. Heliantide Rugby per il lavoro svolto in questi mesi e il Comune di Reggio Calabria per aver ospitato questa presentazione in una sala così prestigiosa. "E' per me un piacere – afferma Praticò – essere presente in momenti come questo, che danno lustro alla nostra città. Il Coni ha il dovere di supportare con tutte le sue forze iniziative e progetti del genere". "Credo che la città – prosegue Praticò – debba supportare società come questa, che lavorano bene sul territorio, reggendosi solo grazie al contributo di qualche piccolo sponsor o ai sacrifici economici dei dirigenti, spinti da una profonda passione verso lo sport. Mi auguro che quest'anno sportivo possa regalare all'Heliantide Rugby tante soddisfazioni dentro e fuori dal campo".  "Spero inoltre – conclude Praticò – che valori sani insiti nel rugby, come passione, spirito di gruppo, lotta, sacrificio, rispetto e sudore, possano trasferirsi anche in molti altri sport dove invece ancora oggi non si è capito che la vittoria è importante, ma solo le sconfitte ti fanno veramente crescere. E' per questo che mi piacerebbe un giorno, vedere in tutti gli sport un qualcosa di simile al terzo tempo del rugby che resta, a mio avviso, il più grande esempio di lealtà e passione sportiva". Anche l'assessore Curatola si è complimentato con il presidente Liberati per l'organizzazione della nuova società. "Sono convinto – afferma Curatola – che se si opera in maniera corretta e lineare, si può davvero riuscire a sopperire ad un momento di crisi economica generale, ormai sotto gli occhi di tutti. Apprendo con piacere, che  l'A.S.D. Heliantide Rugby Reggio Calabria punta molto in alto quest'anno, e colgo l'occasione per fare il mio più sincero in bocca al lupo a tutti i componenti della squadra, augurandogli di raggiungere un sogno chiamato serie A".

Quest'anno la rosa , pur mantenendo l'ossatura di base, è stata ampliata con alcuni giovani e con l'arrivo di un campione come Scott Palmer, la cui esperienza consentirà al pack reggino di fare il salto di qualità auspicato.

                                                                                                                                                                                  C.R. Coni Calabria