Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

conferenza trofeoconi2019

Concluso ufficialmente il Trofeo CONI Kinder + Sport 2019 con la conferenza stampa di giovedì 10 Ottobre, alle ore 11:00, presso la Scuola Regionale dello Sport Calabria.
Ad aprire i lavori, il Consigliere Regionale con delega allo Sport Giovanni Nucera, soddisfatto per l’iniziativa e propositivo per una programmazione regionale che abbia come attore principale il C.R. CONI Calabria. Dopo un video realizzato dal Comitato per sintetizzare le emozioni trasmesse dallo Sport nei tre giorni dell’attività progettuale, determinato e ben strutturato l’intervento del Vice Sindaco di Cutro Anna Battaglia, entusiasta per l’avventura portata avanti con dedizione e convinta nel voler tutelare il mezzofondista Ayoub Idam e la questione legata alla cittadinanza.
Dopo il plauso del Vice Presidente C.R. CONI Calabria Aldo Calzona, nonché Presidente della FGd’I agli atleti che hanno conquistato il podio durante le gare del progetto, tra cui FGd’I, FIKBMS, presieduta da Giorgio Lico, FIM presieduta da Antonio Schiano Di Cola e FPI presieduta da Sero Fausto a chiudere i lavori è stato il Presidente C.R. CONI Calabria Maurizio Condipodero con i ringraziamenti per il Segretario Regionale Walter Malacrino, per le forze dell’ordine con la rappresentanza dell’Ing. Sergio Tedesco Comandante della Polizia Municipale di Cutro e per l’intero staff del Comitato.
“Non vinciamo se non giochiamo da squadra, non raggiungiamo obiettivi se non programmiamo, non raccogliamo frutti se aspettiamo che semini qualcuno per noi, quando mi rivolgo alla Calabria e alla vittoria della Regione per l’attività progettuale portata avanti con passione, mi riferisco a tutti, dalle istituzioni agli sportivi, dagli addetti ai lavori agli appassionati, dagli atleti alla classe giornalistica senza la quale non balzeremo mai agli occhi dell’estraneo per la positività che ci caratterizza, rimanendo nella sterilità del grigiore dei falsi stereotipi”. Queste le parole del Presidente Condipodero.