Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
Riccardo 1
A Siderno giorno 1 e 2 giugno si è conclusa la seconda fase regionale dei Campionati di Società per la FIDAL Calabria presieduta da Ignazio Vita.
La classifica maschile vede in testa la Società Atletica Barbas con 10799 punti totalizzati su 18 gare, collocando la società reggina nella classifica provvisoria nazionale al 101° posto.
Nelle due giornate di gara il migliore risultato tecnico è stato stabilito dallo junior dell’Atl. Olympus Riccardo Ferrara, scagliando il peso da 7,260 kg a 16.40 metri, migliorando il suo personale di 15.58 metri, confermando la condizione in crescita in vista dei prossimi Campionati Italiani di Rieti.
Nelle altre gare individuali si segnalano: la doppietta dell’atleta della Tiger Running di Castrovillari, Hadar Zohair con tempi di 50”46 nei 400 piani e 2’00”17 negli 800 metri, Poner Christian (Atl. Olympus) metri 200 in 24”36, il tempo di 16’14”40 nei 5000 metri corsi in solitario da Altomare Luigi dell’ASD Dojo Judo. Nell’alto il ritorno alle gare di Milone Stefano (Atl. Barbas) che supera l’asticella a 1,91m, nell’asta i 3,60m di Riccardo Lavino (Atl. Barbas) e la misura di 50,41 metri nel giavellotto di Barbarello John (Atl. Barbas).
Nelle gare extra due nuovi primati regionali dei compagni di squadra dell’Atl. Olympus: Caccamo Marco categoria Ragazzi nel lancio del peso con 17.28 metri ed il cadetto Rappoccio Vitaliano nel lancio del disco con la misura di 42,36 metri.
Sempre per la categoria cadetti/e si segnala il tempo di 40”68 nei 300 metri piani di Vitale Alessandro (Sporting Club) e nella stessa distanza il tempo di 47”14 di Briguglio Giuliana (Atl. Minniti) la stessa atleta nel triplo salta 9,22 metri.
Nelle gare master Vaccari Antonio SM55 (Atl. Cosenza) sfiora i 50 metri nel giavellotto (49.85).