Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

untitled 10

 

“Una giornata toccante, vibrante per le sensazioni suscitate dai discorsi sulla democrazia, sulla tutela dell’ordine e della sicurezza e sull’importanza dello sport, protettivo di quell’etica sociale, distintiva della nostra terra, in occasione della celebrazione del 167° anniversario della Fondazione della Polizia a Vibo Valentia.
La scelta del Palazzetto dello Sport, quale luogo di culto della pratica sportiva, in termini valoriali, non può che inorgoglirmi poiché sono questi i contesti sani in cui si educa e nel contempo si celebra lo sport nella sua essenza.
Una partecipazione all’evento meravigliosa che ha visto presenti le più alte cariche politiche e istituzionali della provincia, i rappresentanti del mondo sportivo – federale, gli studenti delle scuole superiori, il campione olimpico di pugilato delle Fiamme Oro Roberto Cammarelle ed altri atleti distintisi in altrettante discipline sportive, con l’intento di rivisitare, riutilizzare, rivivere anche la parola “Sport” in termini di difesa e prevenzione del territorio.
Un lavoro costante, determinato, puntuale quello del Questore Grassi nella voglia di cambiare direzione, viaggiando tra i numeri e le statistiche da un trimestre all’altro, notando come lo Sport, utilizzato a più riprese quale metafora della vita, sintetizzi appieno il desiderio di riappropriarsi dello Stato e della bellezza dei canoni democratici che garantiscano interazioni fedeli tra cittadini e istituzioni.
Sin dal mio insediamento, a più riprese, ho esaltato con convinzione l’imprescindibilità della coesione tra le massime istituzioni e il cittadino che vive il proprio territorio; sono giornate come queste che avvalorano ancor più quest’idea, oggi tratto distintivo del contesto vibonese che dovrebbe rappresentare un valore aggiunto ed elemento stimolante per l’intera Regione Calabria.
Si rivolgono al Questore di Vibo Valentia Andrea Grassi e all’intera macchina organizzativa che opera quotidianamente sul territorio, i complimenti del mondo sportivo calabrese per il desiderio di rivalsa della Regione attraverso gli investimenti sul piano della partecipazione e dell’educazione, coinvolgendo le agenzie educative più importanti come la Famiglia, la Scuola e certamente lo Sport, arma in più della squadra per fare Stato”.