Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

foto consiglio

I lavori degli Stati Generali del CONI Calabria si concretizzano domenica 28 Ottobre 2018, giornata in cui si è riunito il Consiglio Regionale, presso la struttura alberghiera Palace Hotel Villa Fabiano di Rende, sede del Raduno Regionale dello Sport calabrese.
Un’apertura con il sorriso del Presidente C.R. CONI Calabria Maurizio Condipodero che ringrazia i partecipanti, affiancato dal Segretario Regionale Walter Malacrino, gratificato dalla riunione del Consiglio costituito da 39 presenti e pronto a prendere atto dei lavori svolti dai singoli organismi sportivi nella giornata di sabato 27 Ottobre 2018.
Dopo i saluti e la triste commemorazione delle vittime nella provincia di Crotone a causa di una frana caduta durante i lavori di emergenza a una fognatura danneggiata dal maltempo, il Presidente ha riposto le sue attenzioni a chi ha incastrato la propria vita per il bene dello Sport, presenziando ai tre giorni del Raduno Regionale.
Condipodero cede subito la parola ai Fiduciari Locali con referente Mariagrazia Cianciulli, soddisfatta dell'evento insieme all’intero organismo che si augura una continua promozione dell’attività ludico - sportiva, infittendo i rapporti con il territorio e con le altre agenzie educative tra cui la Chiesa e gli oratori.
La parola passa alle Federazioni Sportive Nazionali con Alfredo Porcaro, Vice Presidente CONI Calabria che ringrazia il Comitato per "aver concesso allo sport di avere un volto", quell’occasione di crescita e di relazione sociale nella costruttività del confronto che rende possibile la creazione di qualcosa di unico, in ottica programmatica. Una necessità comune di “comunicare” e comunicare bene, rimane il punto saldo dei singoli organismi sportivi che, pur denotando la difficoltà di confrontarsi con il resto del mondo sportivo, rimangono sorpresi dalla voglia di tutti di crescere insieme. Una sorta di analisi SWOT che mette in evidenza i punti di forza e i punti di debolezza contornati da una serie di proposte concrete e ambiziose che garantirebbero una maggiore partecipazione al mondo sportivo per quel che concerne il panorama calabrese.
Gli Enti di promozione Sportiva con referente Amedeo Di Tillo, rappresentate degli EPS in Consiglio, dopo i ringraziamenti per le giornate di lavoro hanno portato avanti l’idea di sedersi a una tavolo comune, comunicando bene e prendendo contezza delle necessità dei singoli Enti, collaborando e rivolgendosi a tutto il mondo sportivo, senza falsi slogan, abbattendo gli individualismi, condividendo la crescita comune con FSN e le DSA, in nome dello Sport.
I Delegati dei CONI Point calabresi hanno sintetizzato le proposte attraverso le parole di Marisa Lanucara (RC) con il giusto riconoscimento al singolo operato degli organismi sportivi e la voglia di rendere ancora più salde le radici dello Sport in Calabria.
Lo staff, rappresentato da Katia Romeo, con il Raduno Regionale ha avuto la possibilità di conoscersi meglio, mettendo in risalto le positività e le professionalità di ogni singolo componente sul territorio, manifestando la voglia di apprendere maggiormente i dettagli e gli aspetti logistici dei progetti nazionali, provando a stringersi ancor più nel legame con la Scuola Regionale dello Sport, madre formativa dello Sport nella nostra terra.
A concludere i lavori del Consiglio è stata la Scuola Regionale dello Sport con Mimmo Albino, presentando le linee guida su cui si baseranno le attività della SRdS nel 2019, non solo rivolti direttamente al mondo sportivo ma anche a tutti gli Ordini Professionali che parallelamente svolgono ruoli chiavi per lo Sport.