Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

RISULTATI FIDAL 1          RISULTATI FIDAL 2


Sprazzi di grande atletica regionale tra lo stadio “Marulla” ed il campo scuola Coni di via degli Stadi. I due impianti dello sport cosentino hanno ospitato la seconda prova del Cds Assoluto ed i campionati di società su pista Esordienti e Ragazzi.
È stata l’occasione per delle gare extra riservate ai Cadetti e per assegnare il “Memorial Gianfranco Reda” (promosso dall’Atletica Cosenza ed Atletica Rendese).
In grande spolvero il gioiellino della Cosenza K42, Ayoub Idam che ha gareggiato sulla distanza dei 1500 (conclusa in 4’00 “56), tallonato dal compagno di squadra Alberto Giungato (secondo in 4’05”62). Un buon test per Idam, nonostante il ramadan, che sabato 2 giugno pv cercherà di mettersi in mostra in occasione dei tricolori Juniores in programma ad Agropoli. Tra i protagonisti della “due giorni” cosentina da annoverare anche Zohair Hadar della Tiger Club Castrovillari, guidato da Silvio Minervini, che ha fatto segnare due ottimi tempi nella categoria Junior: 23’’15 nei 200 metri ed 11’’55 nei 100 metri. Si tratta di un prospetto da tenere d’occhio, così come l’allievo Antonino Leonello dell’Atletica Barbas di Reggio Calabria che ha fermato il cronometro a 2’02’’97 negli 800 metri.
Nel salto in lungo Cadetti, invece, Simone Chilà dell’Atletica Olympus ( metri 5.91) e Simone Spataro dell’Atletica Rendese (metri 5.57) hanno mostrato di avere la stoffa per poter emergere. Occhi puntati anche sullo specialista del Triathlon Ragazzi (serio candidato per il podio settembrino nella kermesse di Rimini del Trofeo Coni), Matteo Caputo dell’Atletica Rendese, che ha raggiunto 1.49 nel salto in alto e 4.74 nel salto in lungo. La seconda prestazione è valsa a Caputo, il “Memorial Reda”, quale miglior risultato tecnico di categoria, mentre per le ragazze il miglior risultato è di Rossella Mondilla della Fiamma Atletica Catanzaro con 1.28 nel salto in alto.
Per gli altri risultati giovanili molto bene i due talenti dell’Atletica Gioia Tauro, guidati da Antonio Ferro, Luigi Martino sui 1000 metri ragazzi con 3’24”22 e Giuseppe Ferro con un 2’02“94 sui 600 metri esordienti. Risultati interessanti anche nei lanci assoluti con la gara di giavellotto che ha visto Luca Michele Sergi dell’Atletica Minniti (50 metri e 88) aggiudicarsi la gara, seguito da John Barbarello dell’Atletica Barbas con metri 50.20 e terzo posto per il Master 50 Antonio Vaccari dell’Atletica Cosenza con metri 49.84.
Per i campionati di società l’Atletica Barbas per il settore assoluto maschile ha totalizzato, tra le due prove, il punteggio 10051 punti collocando sui al 104mo posto della classifica nazionale.
La Fiamma Atletica Catanzaro si aggiudica il titolo regionale nelle categorie Ragazzi, Ragazze mentre l’Atletica Barbas vince la classifica tra gli esordienti maschili e l’Asd Tiger Running Club quella esordienti femminile.
Prossimo appuntamento bruzio il 30 giugno, in occasione del secondo meeting in pista “Città di Cosenza”.