Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

RADUNO VELOCITA 2

Sabato 26 maggio u.s. i migliori velocisti Calabresi della categoria cadetti sono stati convocati dal Fiduciario tecnico Regionale Pasquale Latella e dalla responsabile del settore Tiziana Chiricosta. Puntuali al ritrovo si sono presentati presso il Campo Scuola della città Silana: De Fazio Pasquale (Atletica Amica), Spataro Simone (Atletica Rendese), Mazzuca Giovanni (Fiamma Catanzaro), Molinari Gianmarco (Cosenza K42), Donato Luigi (Corricastrovillari) e Morabito Danilo (Atletica Olympus); assenti giustificati Vitale Alessandro (Sporting Club) e Chilà Simone (Atletica Olympus) appena rientrati da Palermo dopo aver disputato la fase Nazionale dei Giochi Sportivi Studenteschi.
Il programma dell'incontro è iniziato con la corsa di riscaldamento e stretching, per poi passare alle andature tecniche, le esercitazioni di corsa e le partenze dai blocchi. La responsabile di settore si è soffermata in particolar modo sull'importanza della corretta postura nell’esecuzione delle varie esercitazioni. Successivamente, si è discussa la nuova regola introdotta di recente nel Regolamento Tecnico Internazionale che interessa in particolar modo la staffetta 4x100m. Proprio per quest’ultima gara sono proseguite le esercitazioni pratiche dei tre cambi, alla ricerca del giusto sincronismo tra i componenti. Infine, è stata effettuata la prova cronometrata di una staffetta 4x100m nello Stadio attiguo, dove i ragazzi del “Team Calabria” composti da Luigi Donato, Gianmarco Molinari, Giovanni Mazzuca e Pasquale De Fazio hanno fermato il cronometro a buon 47”78.
Più che positivo il bilancio dell’ormai classico, ma indispensabile, mini raduno che il settore Tecnico Regionale svolge con gli atleti delle categorie giovanili, improntato sempre sul confronto e il dialogo con i loro rispettivi tecnici.